ALLA SCOPERTA DI COVER - PARTE 2
Visualizzazioni: 61
Risposte: 0
  • 0 Voti - 0 Media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
#1
ALLA SCOPERTA DI COVER - PARTE 2

".. creò la Terra "Fragile" come quella degli Yes"

Fragile è il quarto album del gruppo rock progressivo inglese Yes. "Fragile" è per molti il miglior album degli Yes, giunti a una piena maturità che li porterà successivamente alla creazione di un altro capolavoro come "Close to the Edge". 
L'album si apre subito con un brano manifesto come "Roundabout", caratterizzato da un breve assolo di chitarra acustica e trascinato dai colpi di basso di Chris Squire.
Una parte dei pezzi dell'album sono essenzialmente assoli dei diversi membri: "Cans and Brahms" è il brano solista suonato all'organo da Rick Wakeman, e ispirato al terzo movimento della quarta sinfonia di Johannes Brahms; "We Have Heaven" è una sorta di divertissement musicale in cui Jon Anderson canta tutte le parti di voce; "Five Per Cent for Nothing", che con i suoi 35 secondi è il brano più breve della discografia degli Yes, è un esercizio di ritmica di Bill Bruford; "Mood for a Day" è uno dei più noti brani di chitarra spagnola di Steve Howe; e infine "The Fish (Schindleria Praematurus)" è costruito attorno a una linea solista di basso di Chris Squire.
"Fragile" è un classico del rock progressivo anni '70. E' anche il primo album che vede la collaborazione tra il gruppo e l'artista Roger Dean per la copertina, in cui si vede un piccolo pianeta che inizia pian piano a sgretolarsi sul retro e la popolazione che fugge verso la spazio a bordo di barche a vela di legno. 
Una piccola curiosità: nel film "School of Rock", Jack Black assegna a uno dei suoi studenti, tastierista, il compito di ascoltare attentamente l'assolo di tastiere di Wakeman in "Roundabout".

(Fonte: https://www.facebook.com/Capasound-i-tes.../timeline/)






Vai al Forum: